Tornare su facebook, perché

Facebook fra odio e voyeurismo

I motivi per starsene fuori da facebook ci sono ancora tutti: la paura della dipendenza da social, l’avversione per discussioni che non portano a nulla (perché tutti parlano, ma nessuno ascolta davvero), la nausea per l’odio, la violenza, l’ignoranza, la mancanza di pudore di troppi utenti, i timori per la mia privacy, il senso di claustrofobia che mi prende quando constato l’invadenza che questo particolare social ha nelle nostre vite etc etc.

Ho trascorso questo esilio nelle lande più riposanti di Instagram (che comunque appartiene al medesimo padrone), nel tentativo di trasformare in influencer involontarie le mie gatte: tutto sommato, mi sembrava più produttivo, il che la dice lunga sulla mia fiducia nelle potenzialità comunicative di un social che sembra far emergere il lato peggiore dei suoi più assidui frequentatori. Twitter non riesce ad appassionarmi, Linkedin mi fa troppe proposte di lavoro (sic!), il blog comunque langue e …  alla fine ho riattivato il profilo facebook.

Continue reading